Piccola, simpatica canaglia… il Bassotto

In Italia lo conosciamo come Bassotto, ma il suo nome è in realtà “Dachshund”, una fusione delle parole tedesche “dach” (tasso) e  “hund” (cane).

di Gaia Nannicini

Alle origini di questa razza e di altre simili c’è una malformazione patologica: probabilmente l’acondroplasia o la condrodistrofia, malattie che inibiscono lo sviluppo delle ossa lunghe. Entrambe queste affezioni hanno la particolarità di essere trasmissibili geneticamente e perfettamente compatibili con la vita.

Questo cane veniva utilizzato nelle corti e nelle battute di caccia, proprio per stanare i tassi.

Dai segugi (Bracken) furono progressivamente selezionati cani particolarmente adatti alla caccia in tana. Da questi cani, ad arti corti, si fissò il bassotto, riconosciuto come una delle razze da caccia più versatili. Esso dimostra anche eccellenti prestazioni in superficie, braccando la selvaggina con pelo (Spurlaut), scovandola (Stoeber) e nella traccia su sangue (SchwhN).

La storia più recente inizia invece in Baviera dove sorsero i primi allevamenti. Il bassotto,in Germania, denominato anche Dackel o Teckel. Anche in Inghilterra il bassotto è allevato con grande passione, sia come cane da caccia che come cane da compagnia, ma con uno standard diverso.

Da allora il Bassotto è diventato un vero e proprio simbolo della Germania, tanto da arrivare a essere la mascotte ufficiale dei giochi olimpici estivi del 1972, svoltisi a Monaco di Baviera.

Il più famoso di tutti è un personaggio delle filastrocche: Jhonny, il bassotto poliziotto.

La più antica associazione per l’allevamento dei bassotti è il “Deutscher Teckel Klub e.V. (Club Tedesco del Bassotto), fondata nel 1888.

Il bassotto è allevato da decenni, in tre diverse taglie (Standard, Nano e Kaninchen, ovvero “da coniglio”) ed in tre diversi tipi di pelo (corto, duro e lungo), il suo aspetto e inconfondibile, corpo allungato e zampe corte.

Il corpo è compatto e muscoloso, allungato e in netta contrapposizione con la lunghezza delle zampe.

Il cranio è piatto con stop leggerissimo, gli occhi sono scuri e non sporgenti, lo sguardo leale e sincero. Le orecchie, con attaccatura bassa, sono pendenti e ricadono all’altezza della scapola. La coda è attaccata alta, a forma di virgola. Sono ammessi tutti i colori, ma i più diffusi sono il fulvo e il cinghiale.

La taglia non viene misurata al garrese come per tutti gli altri cani, ma in base alla circonferenza toracica (30 cm per il kaninchen, 35 per il nano e oltre 35 per lo standard).

Non fatevi ingannare dalle dimensioni, è di piccola taglia, ma ha il carattere di un grande cane: determinato, curioso, coraggioso, giocherellone, dinamico e focoso, indipendente; ama le amenità ma ancor di più l’avventura. Il Bassotto è un cane dalla spiccata personalità, curioso e vigile, sempre in allerta anche quando sembra poltrire sul cuscino. Ama la vita all’aria aperta, la campagna e soprattutto il bosco i cui odori risvegliano in lui il fiuto dell’antenato segugio.

Il Bassotto è stato creato con l’intento di avere un cane piccolo leggero per setacciare il bosco per scovare i selvatici, stanarli e affrontarli. Da qui la sua conformazione di cane basso sugli arti e con la testa leggera e triangolare; da qui anche il suo carattere forte e combattivo, pronto a prendere il comando in caso di necessità. Per questo motivo i rapporti con gli altri cani potrebbero dimostrarsi un problema, proprio per la mancanza di paura: un bassotto è in grado di prendere di mira un Rottweiler senza pensarci nemmeno due volte. È attaccatissimo al padrone, tuttavia ha un bel caratterino, testardo, in mani troppo permissive potrebbe trasformarsi in un piccolo despota. La sua indole curiosa e investigatrice, di cui il bassotto poliziotto ne è un bel ritratto, lo porterà lontano da voi quindi attenzione: che risponda sempre al richiamo! Oppure utilizzate una lunghina per le scampagnate fuori città perché non sono disubbidienti: semplicemente l’impulso a seguire il naso è più forte di loro.

Non ama particolarmente i bambini che invece lo adorano: il suo rapporto con loro è di paziente sopportazione finché non decide di filarsela e non farsi più prendere o trovare.

È un cane che si sa adattare, può stare in panciolle sul divano, oppure scorrazzare instancabilmente insieme al proprietario. È consigliabile una giusta dose di ciascuna di queste “attività” ed è importante ricordare che le caratteristiche fisiche di questa razza rendono sconsigliabili salti e cadute in primis, ma anche il sali-scendi delle scale e il su e giù dal divano, che possono portare alla formazione di pericolose ernie alla spina dorsale e alla paralisi degli arti.

In definitiva il Bassotto è un cane di grande compagnia, dal carattere originale, sempre attento a tutte le dinamiche familiari, ma è

necessario incanalare le capacità e le attitudini di questi cani attraverso adeguate attività: sicuramente l’animale ha un bisogno quotidiano di correre e di giocare. Potrebbe essere un’attività divertente per i proprietari e di grande soddisfazione per il cane la ricerca olfattiva ludica e la ludo-tana.

L’associazione “Cuor di pelo olnus Rescue Bassotti” aiuta Bassotti e simil-Bassotti che necessitano di cure per disabilità più o meno gravi, Bassotti che vivono in condizioni impietose, Bassotti che vengono gettati via come regali sgraditi. Ad ognuno di loro, l’Associazione fornisce cure e assistenza sanitaria, una cuccia calda in strutture accuratamente selezionate o in stallo casalingo presso le abitazioni di alcuni soci, pasti regolari, oltre a medicine, sterilizzazioni e interventi chirurgici laddove necessario. Per aiutarli o adottare: http://www.cuordipelo.it/ ; www.facebook.com/AssociazioneCUORDIPELO.

IDENTIKIT e CLASSIFICAZIONE FCI

Gruppo: 4 – Bassotti

Sezione: 1 – Bassotti

Nazionalità: Germania

Varietà: Standard, Nano e Kaninchen con tre varietà di pelo: corto, lungo, e duro.

Chi lo conosce bene…

A Otta piace tantissimo fare il bagno in mare e fare le buche nella sabbia, come ogni bassotto è chiaramente testarda e cocciuta perciò bisogna essere chiari e risoluti nei comandi. Le piace fare le buche in giardino e scavare nei vasi di bulbi, ama le passeggiate nei boschi e in quei momenti il cane da caccia che è il lei prende il sopravvento e segue attentamente le tracce che sente.

Adora essere coccolata e, avendo un bel caratterino, talvolta le pretende insistentemente dando delle gentili musate.

Federica Berti

Consigli di lettura:

Quattrozampe n. 126 maggio 2018

https://www.amicibassottoclub.com/it/il-bassotto/standard

http://www.enci.it/libro-genealogico/razze/bassotti-tedeschi

Hits: 9

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi