Non abbandoniamo i meta-lupi!

A seguito della serie televisiva cult “Game of Thrones”, conosciuta in Italia come “Trono di spade”, che ha avuto il suo esordio nel 2011, vi è stato un boom di acquisti e adozioni di Siberian husky e Alaskan malamute, cani somiglianti ai meta-lupo presenti nella serie e fedeli compagni della famiglia Stark.

Di Gaia Nannicini

I meta-lupi, grossi lupi incredibilmente forti, sono reali. O meglio, lo erano: li si trovava nelle Americhe, 300.000 anni fa. I loro fossili sono stati rinvenuti attraverso il Nord e il Sudamerica, dalle montagne della Virginia fino alla Strip di Las Vegas, al Messico e ancora più a Sud, fino alla Bolivia.
Il nome scientifico è Canis dirus: i meta-lupi non erano tanto più grandi di un moderno lupo grigio, ma con cranio e mascelle di maggiori dimensioni e un morso potente. Probabilmente si nutrivano di grandi mammiferi come i bisonti e mangiavano i resti dei pasti di altri predatori, come gli smilodonti (le “tigri dai denti a sciabola”).

Ne Il Trono di spade questi lupi oggi estinti vengono interpretati da cani Northern Inuit (un mix imparentato con husky e pastori tedeschi, selezionato per somigliare ai lupi) e da un lupo artico. Questi animali vengono immortalati con la tecnica della chiave cromatica – il green screen – e la loro stazza viene ingigantita per replicare quella di un meta-lupo. In seguito vengono aggiunti alle scene, dove i meta-lupi sono leali compagni e guardiani degli Stark. Non sorprende che molte persone ne vogliano uno, o almeno qualcosa di simile.

Ed ecco che arrivano gli husky: il loro pelo ispido grigio e bianco, orecchie a punta e muso da lupo li rendono molto simili ai meta-lupi della serie. “Le persone che incontriamo alle nostre fiere per l’adozione chiamano spesso i nostri cani ‘meta-lupi’”, conferma Angelique Miller, presidente di NorSled, un’organizzazione californiana che si occupa di salvare gli husky.

Gli husky sono una razza piuttosto impegnativa. Hanno un innato bisogno di correre, non a caso vengono impiegati con successo nello sleddog (corsa con i cani da slitta). Sono affettuosissimi con il padrone e con i familiari, ma non sono particolarmente facili da addestrare poiché molto indipendenti, l’educazione quindi va iniziata in tenera età.  Se non fanno attività fisica per almeno due ore al giorno possono diventare piuttosto distruttivi. Ma tanti continuano ad acquistarli senza informarsi, il che si traduce in uno scontro tra stili di vita incompatibili: l’husky è frustrato per la mancanza di esercizio e stimoli adeguati mentre il proprietario non capisce perché il suo cane ‘si comporti male’.

Una moda che in questo caso ha delle conseguenze negative, come spesso è successo con altre tipologie di razze canine presenti in altri film, maniaci delle serie che acquistano frettolosamente cani sulla scia dell’entusiasmo mediatico che poi sono stati abbandonati e che vivono nei canili.

Si è già dimenticato quello che è successo a suo tempo con i Dalmata, celebri grazie al cartone animato della Walt Disney, “La Carica dei 101”?

Anche all’epoca vi fu la moda-mania e un boom di acquisto di questo tipo di cane, con tantissimi abbandoni poi in canili. I Dalmata, cani adorati dai bambini, hanno bisogno di moltissime cure, attenzioni e dispendio di energie, ma il più delle volte i padroni non sono in grado di seguire i loro ritmi perché non hanno voluto informarsi prima sulle esigenze di questi splendidi animali.

I Dalmata, nel momento in cui si sentono trascurati e non vengono gestiti correttamente danno il peggio di sé, per noia, abbaiando senza tregua, tendendo a diventare aggressivi e distruggendo tutto ciò che trovano sul loro cammino. La conseguenza spesso è l’abbandono di questi animali.

I gruppi rescue di Stati Uniti e Regno Unito confermano che dal 2011, quando Il Trono di Spade ha debuttato sugli schermi, il numero di husky in cerca di famiglia è aumentato notevolmente. “Se quando arrivano c’è qualcosa a identificarli, spesso è proprio un nome che proviene da Il Trono di spade”, conferma Swanda, riferendosi ai meta-lupi della serie: Spettro, Nymeria, Estate, Cagnaccio, Vento Grigio e Lady.

Dai dati riportati dalla PETA (People for the Ethical Treatment of Animals) i centri di accoglienza per animali, presenti nel Regno Unito, hanno registrato un netto incremento di queste razze, arrivando a percentuali del 420%. Da una medesima verifica svolta presso i rifugi di Los Angeles i dati di abbandono si sono triplicati se confrontati con quelli del 2013.

Dan O’Neill è un grande fan de Il trono di spade. Veterinario e professore associato in epidemiologia degli animali da compagnia al Royal Veterinary College di Londra, in Irlanda del Nord ha visitato i luoghi dove è stata girata la serie insieme alla sua famiglia. Essendo un appassionato, capisce l’appeal dei meta-lupi. Ma ha già visto cosa succede quando i cani vengono acquistati frettolosamente sulla scia dell’entusiasmo mediatico. Nell’ultimo decennio, nel Regno Unito si è ampiamente diffusa la promozione di cani brachicefali come carlini e bulldog francesi, dice O’Neill. Questo ha avuto un effetto estremo sull’acquisto di queste razze, inclini a problemi di salute che vanno da patologie degli occhi e della pelle che possono durare tutta la vita oltre a malattie respiratorie croniche.
Oggi, prosegue l’esperto, i gruppi rescue del Regno Unito sono sommersi di questi cani. “È un parallelo perfetto per i meta-lupi”, prosegue, sottolineando che alle conferenze sul benessere canino cui partecipa, la questione ‘husky e Trono di spade’ emerge spesso. Comprare e allevare responsabilmente non sono cose compatibili “quando una razza finisce in questa bolla”, commenta riguardo alle razze che diventano rapidamente popolari a causa dell’esposizione mediatica. “Perché a un certo punto la bolla scoppia”.

O’Neill si chiede cosa accadrà a questa richiesta di husky con la conclusione de Il Trono di spade. “Il fattore novità sarà perduto”, prosegue, e chi fa riprodurre i cani rapidamente per guadagnare vedrà crollare la richiesta. “A quel punto, il problema sarà: che fine faranno tutti quei cani?”. Quando compri un cane sull’impulso di ciò che vedi in televisione, prosegue, lo stai trattando come un accessorio. “Compri l’immagine che ti gira per la testa”. Ma “sono creature viventi e senzienti che diventano meravigliosi membri della famiglia, quando trovano quella giusta”.

Gli attori della serie Tv “Game of Thrones” hanno lanciato un appello ai propri fan dopo l’aumento di abbandoni di Siberian husky e Alaskan malamute.

 

Jerome Flynn (Bronn) ha aderito a una campagna animalista della PETA e in un video dice: “Acquistare cani per capriccio può avere conseguenze nefaste. I canili di tutto il mondo stanno segnalando un’impennata del numero di husky abbandonati perché i padroni, attirati dall’aspetto del cane, non prendono in considerazione la quantità di tempo, pazienza e denaro necessari a prendersi cura di questi animali”.

Peter Dinklage (Tyrion Lannister) tempo fa aveva cercato di sensibilizzare i fan su questo problema degli abbandoni : “Mi rivolgo a tutti i meravigliosi fan di Game of Thrones: comprendiamo che, a causa dell’enorme popolarità dei meta-lupi, molti decidano di acquistare husky, ma questo non solo danneggia tutti quei cani meritevoli di adozione, ma causa anche abbandoni di esemplari di cui la gente non riesce a prendersi cura”.

Quando si decide di adottare un cane, è necessario conoscerne le caratteristiche e le attitudini, per capire se queste possono collimare con il nostro stile di vita, perché in caso di incompatibilità ne pagheremmo entrambi le conseguenze, in primis il cane, che spesso viene abbandonato. Conoscere è necessario perché non si acquista un oggetto, ma entra nella nostra famiglia un altro essere vivente e sensiente con le proprie caratteristiche ed esigenze che ci accompagnerà fedelmente per tutta la sua vita.

Inoltre se potete non acquistate ma ADOTTATE, consapevolmente, visitando i canili vicino a dove abitate, e più volte, cercando di conoscere meglio l’amico che avete deciso di far diventare il vostro compagno di vita. Se invece volete acquistare una determinata razza affidatevi solo ad allevatori seri e competenti, non fidatevi dei cuccioli a basso costo. Spesso, acquistando spinti dalla moda, si rischia di alimentare il business di quelle persone che allevano solo per il guadagno facile ignorando il benessere dell’animale e la selezione delle caratteristiche fisiche e caratteriali della razza, a discapito degli animali stessi.

 

Consigli di lettura:

“Games of Thrones: la moda degli husky-metalupo e abbandono dei cani in aumento” (https://www.ambientebio.it/animali/games-of-thrones-husky-metalupo-e-abbandono-dei-cani-in-aumentano/?fbclid=IwAR1Z2TnczmSnLld1-AKGAmy44n-orZPLJTFwppFgdNPyFp1EYGZ3bbmwaYw)

 

Con ‘Il trono di spade’ è meta-lupo mania, e gli husky ne pagano il prezzo

http://www.nationalgeographic.it/natura/animali/2019/05/06/news/i_fan_de_il_trono_di_spade_vogliono_un_meta-lupo_e_gli_husky_ne_pagano_il_prezzo-4395495/

(Articolo tratto da Omnibus 26, rivista dell’ASD Artemide)

Hits: 41

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi